Boscoreale 19 luglio 2010 era un anno, oggi 19 luglio 2019 sono dieci anni, la Stella Cometa non vuole spegnersi

19lug2009_1evento_colors

http://www.lastazioneboscoreale.it/?p=25036

https://www.agoravox.it/Boscoreale-19-luglio-2010-la.html

Dieci anni dal primo evento: La Stazione è dura a morire.

commento del vecchio presidente all’articolo su AGORAVOX

*******************

Il presidente dell’associazione Stella Cometa-La Stazione ringrazia tutte le donne e gli uomini di buona volontà che hanno reso possibile questo piccolo “miracolo civico”.

Sembra ieri, quando, pochi giorni prima dell’inaugurazione, squilla il mio telefono e dall’altro lato c’è la segreteria dell’A.D. di Ferrovie dello Stato Italiane che mi preannuncia la venuta a Boscoreale, per domenica 22 novembre 2009, del Responsabile delle Politiche Sociali dott. Amedeo Piva.

Io ancora adesso sono incredulo, perché non avevamo, e nemmeno oggi abbiamo, nessun appoggio politico nell’avventura della Stazione, eppure in quell’occasione abbiamo trovato ascolto, sostegno e partecipazione ai massimi livelli delle Ferrovie.

Io credo nella Provvidenza e se fino ad oggi, nonostante i ripetuti tentativi di tanti, non sono ancora riusciti a spegnere la Stella Cometa nella Stazione FS di Boscoreale, sono convinto che Qualcuno ci ha protetto e sostenuto nel duro cammino, insieme ai vertici delle Ferrovie.

Vorrei menzionare e ringraziare ad uno ad uno tutti i Volontari, i Sostenitori finanziari, i Gruppi di artisti che si sono esibiti in tutti questi anni, gli Istruttori dei tanti corsi, gli Addetti alla grafica e alla comunicazione, ma sarebbe un elenco troppo lungo.

Per me proprio questo è la cosa più bella accaduta alla Stazione, la partecipazione di tanti.

Auguro a tutti quelli che ci sono stati vicino una lunga e serena vita, con la speranza che le Ferrovie, anche oggi che la linea Cancello – Torre Annunziata è stata dismessa, continuino a farci stare in quei locali, che con tanti sacrifici di tempo, di lavoro e di sudati risparmi abbiamo riportato alla vita.

Noi rivendichiamo con orgoglio di essere diventati una bella testimonianza di volontariato attivo e fattivo, in un territorio difficile, martoriato dai prepotenti e dalla mala politica.

Con profondo affetto e gratitudine,

Vincenzo Martire.

**************************************************************

19 luglio 2009 – Una piccola luce si accende nella vecchia stazione FS di Boscoreale.
19 luglio 2010 – Quella luce non vuole spegnersi e chiede continuamente aiuto alle Istituzioni che ancora non rispondono.

Correva l’anno 2009, e in un piccolo centro alle falde del Vesuvio, in una domenica di luglio, dopo anni di abbandono e incuria, si accendeva una piccola luce nella vecchia stazione FS di Boscoreale sulla linea ferroviaria Cancello – Torre Annunziata, chiusa all’esercizio.

Quella luce era stata accesa dalla Stella Cometa, un’associazione di volontariato, il cui presidente, in un momento di follia, aveva proposto ai suoi amici soci di chiedere a RFI Spa, in comodato d’uso, i locali della vecchia stazione, che si presentavano più simili a una stalla, o forse ancora peggio a un porcile, per tentare di recuperarli e poterne usufruire come luogo di aggregazione sociale, culturale e ricreativo, per tutta la cittadinanza.

Oggi a un anno di distanza, recandosi in quella vecchia stazione, risanata dal degrado più profondo, si può usufruire di una piccola biblioteca, realizzata con libri donati da privati, partecipare a dei corsi di suoni e danza popolare, apprendere dei lavori artigianali come l’uncinetto, il ricamo e il lavoro a maglia, partecipare ai cineforum, ascoltare e fare musica dal vivo, usufruire di alcuni pc, giocare a scacchi, a bigliardino, a ping-pong, ritrovarsi così in un luogo di aggregazione, libero da qualsiasi condizionamento politico e religioso, dove l’unico contributo richiesto è dare una mano per portare avanti le iniziative e per mantenere in uno stato di decoro tutti i luoghi.

Tutto quanto l’associazione Stella Cometa ha realizzato nella vecchia stazione, è stato fatto esclusivamente con i sacrifici, le azioni e le risorse economiche del mondo del volontariato.

In questo momento di grave crisi economica, le risorse del mondo del volontariato scarseggiano, per cui l’associazione ha bisogno di un sostegno economico da parte delle Istituzioni per andare avanti.

Si devono completare i lavori di ristrutturazione in alcune stanze e acquistare delle attrezzature e delle suppellettili, per meglio svolgere le attività descritte.

Non è la prima volta che viene fatta una richiesta di aiuto, e non sarà l’ultima, perché siamo convinti che alla fine qualcuno ci ascolterà.

Il volontariato a Boscoreale si è sostituito allo Stato e si è preso cura di un bene pubblico in sua vece, ora quello stesso Stato, se vuole essere riconoscente nei confronti di quei cittadini che hanno realizzato un’opera meritoria, che è sotto gli occhi di tutti, dovrebbe soccorrere quegli stessi suoi figli volontari in difficoltà.

Il cinque per mille a sostegno dei volontari della Stazione FS di Boscoreale (NA)

 

manifesto one 5 mille web okIn un piccolo paese alle falde del Vesuvio è accaduto un piccolo miracolo, alcuni cittadini volontari e volenterosi hanno preso sulle loro spalle un bene comune ridotto in fin di vita e con tanti sacrifici l’hanno riportato alla vita.

 

 

15 febbraio 2006 – 15 febbraio 2017 undici anni con Stella Cometa – La Stazione a Boscoreale (NA)

Nella vecchia stazione FS a Boscoreale (NA)…………………………..

Dopo la chiusura all’esercizio ferroviario nel 2005, c’è stato l’abbandono dei luoghi da parte dello Stato.

Nel 2009 si è assistito alla rinascita di quella vecchia stazione per mano di un gruppo di cittadini volontari, appartenenti all’associazione Stella Cometa, che vi hanno riportato la vita, insieme alla cultura e alle idee.

L’associazione si costituisce nel mese di febbraio del 2006.

Nel 2008 è il presidente dell’Associazione, animato da una grande voglia di trovare nuovi e più consoni spazi, dove poter svolgere anche altre attività sociali, culturali e ricreative che fossero rivolte in primo luogo ai giovani, ma nel contempo anche ai bambini, ai ragazzi, agli adulti e agli anziani, non disponendo, purtroppo, di risorse finanziarie, ha puntato gli occhi sulla vecchia stazione FS abbandonata e ridotta ad un letamaio.

Ha contattato gli uffici della Società RFI per avere notizie tese ad ottenere la struttura in comodato d’uso.

Si è saputo così che tutta la Stazione era stata data in fitto al Comune di Boscoreale nel mese di maggio del2002 per un periodo di 6 anni e ad un costo mensile di lire 2.400.000 (€ 1.240,00) e che nel mese di maggio del2007 l’amministrazione comunale di Boscoreale, retta all’epoca dai Commissari Prefettizi, aveva disdetto il contratto, anche perché i locali non erano mai stati usati. Da quel momento si era assistito al progressivo degrado dei luoghi, con l’accumulo di immense quantità di rifiuti, di escrementi umani e animali, di siringhe dei tossicodipendenti e c’è stata anche la costante azione di danneggiamenti vari da parte di ignoti.

Anche per bloccare tutto questo degrado, la Società RFI ha concesso, per un periodo di cinque anni, il comodato richiesto, e finalmente nel mese di settembre del 2008 l’Associazione ha ricevuto in consegna i locali, cominciando subito ad occuparsi del recupero, della bonifica e del risanamento di tutti i locali del Fabbricato Viaggiatori, dei bagni esterni e dell’area circostante. In primo luogo ci si è avvalsi dell’aiuto di alcune imprese ed artigiani, poi sono entrati in campo i giovani volontari. Si è sempre lavorato senza disporre di risorse finanziarie e senza ricevere nessun aiuto concreto da parte delle Istituzioni Pubbliche. Finalmente il 22 novembre 2009, dopo aver completato i lavori, sono stati inaugurati i locali alla presenza di un Funzionario del Gruppo FS, e da quel giorno la Stazione ha cominciato a rivivere. In quei luoghi dove un tempo viaggiavano passeggeri e merci, oggi circolano la cultura, la tradizione e le idee.

In data 17 ottobre 2012, RFI ha consegnato all’Associazione lo Scalo Merci e il Magazzino annesso, per svolgervi al meglio le attività già in corso e per poter sviluppare altre attività che hanno bisogno di uno spazio più ampio.

Gli immobili sono in uno stato fatiscente e l’Associazione fa appello a tutti i cittadini, alle istituzioni locali e nazionali, chiedendo a ciascuno, seconde le proprie possibilità, un aiuto concreto, che è indispensabile per la realizzazione e il recupero sia ambientale che strutturale.

E poi il 6 febbraio 2017 è arrivato il giusto riconoscimento con un comodato di 15 anni, grazie RFI!

Boscoreale, un’aula studio negli edifici delle ex Ferrovie dello Stato (Gazzettino Vesuviano)

http://www.ilgazzettinovesuviano.com/2017/02/09/boscoreale-unaula-studio-negli-edifici-delle-ex-ferrovie-dello/

Grazie all’associazione “La Stazione”: i locali dispongono di linea wifi e sono gestiti da giovani Tra le tante iniziative culturali e ricreative, la sede delle ex Ferrovie dello Stato, già da un po’ di tempo, ospita al suo interno un’aula studio grazie all’associazione “La Stazione”.

L’idea nasce dalla volontà di mettere a disposizione un luogo dove poter studiare e creare un ambiente culturalmente stimolante.

Aggregazione attraverso lo studio: il progetto permette, anche agli studenti delle zone periferiche, di avere uno spazio adibito allo studio e all’interno del quale possono confrontarsi.

I locali dispongono di linea wifi per qualunque tipologia di studio, quindi non solo cartaceo, ed è inoltre in fase di progettazione la creazione di una biblioteca che sarà possibile consultare liberamente.

L’aula studio è gestita da ragazzi che permettono di usufruire del servizio durante la gran parte della giornata, liberando gli studenti da i vincoli di orari molto restrittivi che, molto spesso, le biblioteche dei nostri luoghi adoperano.

Grazie al gruppo di “Facebook” “AulaStudio – La Stazione” chiunque potrà venire a conoscenza degli orari in cui l’ex stazione Fs è aperta.

Gianluca D’Ambrosio

6 febbraio 2017 ……e per chi quel giorno lì inseguiva una sua chimera! Boscoreale (NA)

http://www.paginevesuviane.it/boscoreale-magazzino-della-stazione-fs-allassociazione-stella-cometa/ 7feb2017

http://www.ilcorrierino.com/da-stazione-a-biblioteca-e-centro-di-volontariato-le-ferrovie-cedono-gli-ex-magazzini-ad-unassociazione/3493.html 6feb2017

http://www.metropolisweb.it/news/boscoreale-il-vecchio-magazzino-merci-della-stazione-fs-allassociazione-stella-cometa/25500.html 6feb2017

stelladrone-1La mia banda suona il rock

e tutto il resto all’occorrenza

sappiamo bene che da noi

fare tutto è un’esigenza.

 È un rock bambino

soltanto un po’ latino

una musica che è speranza

una musica che è pazienza.

È come un treno che è passato

con un carico di frutti

eravamo alla stazione, sì

ma dormivamo tutti.

E la mia banda suona il rock

per chi l’ha visto e per chi non c’era

e per chi quel giorno lì

inseguiva una sua chimera.

Oh, non svegliatevi

oh, non ancora

e non fermateci

no no oh, per favore no.

La mia banda suona il rock

e cambia faccia all’occorrenza

da quando il trasformismo

è diventato un’esigenza.

 Ci vedrete in crinoline

come brutte ballerine

ci vedrete danzare

come giovani zanzare.

Ci vedrete alla frontiera

con la macchina bloccata

ma lui ce l’avrà fatta

la musica è passata

È un rock bambino

soltanto un po’ latino

viaggia senza passaporto

e noi dietro col fiato corto.

Lui ti penetra nei muri

ti fa breccia nella porta

ma in fondo viene a dirti

che la tua anima non è morta.

E non svegliatevi

oh, non ancora

e non fermateci

no no, per favore no.

La mia banda suona il rock

ed è un’eterna partenza

viaggia bene ad onde medie

e a modulazione di frequenza.

È un rock bambino

soltanto un po’ latino

una musica che è speranza

una musica che è pazienza.

È come un treno che è passato

con un carico di frutti

eravamo alla stazione, sì

ma dormivamo tutti.

E la mia banda suona il rock

per chi l’ha visto e per chi non c’era

e per chi quel giorno lì

inseguiva una sua chimera.

 Oh, non svegliatevi

oh, non ancora

e non fermateci

no no no ah, per favore no.

Boscoreale (NA) – Domenica 18 dicembre 2016 La Stazione organizza il 2° Mercatino Agro – Alimentare.

dalle ore 9:00 alle ore 12:00

Dolci e biscotti natalizi, farine di grani antichi, frutta secca, liquori e vino del vesuviano, birra artigianale, verdura e frutta, pomodorini del piennolo, confetture e tanto altro ancora………

Il mercatino è un modo per far conoscere l’esistenza di un cultura dell’autoproduzione nel territorio vesuviano, sensibile e alternativa rispetto ai grandi circuiti di distribuzione commerciale che puntano sullo sfruttamento della manodopera agricola, preferendo la quantità alla qualità dei prodotti.

Chiunque voglia partecipare all’iniziativa può contattare La Stazione con un messaggio pvt oppure tramite mail:

collettivolastazione@gmail.com

cell. 339 691 93 37

 

Boscoreale (NA) – Domenica 4 dicembre 2016 La Stazione organizza il Mercatino Agro – Alimentare.

15170865_1856418174603516_1093736949771329215_n

dalle ore 9:00 alle ore 12:00

Il mercatino è un modo per far conoscere l’esistenza di un cultura dell’autoproduzione nel territorio vesuviano, sensibile e alternativa rispetto ai grandi circuiti di distribuzione commerciale che puntano sullo sfruttamento della manodopera agricola, preferendo la quantità alla qualità dei prodotti.

Chiunque voglia partecipare all’iniziativa può contattare La Stazione con un messaggio pvt oppure tramite mail:
collettivolastazione@gmail.com

Esonero pagamento TARI

Al Signor Sindaco del Comune di Boscoreale

L’associazione culturale Stella Cometa – La Stazione ha preso in consegna nel 2008 la vecchia ex stazione FS di Boscoreale.

A partire dal mese di febbraio del 2009 ha iniziato ad occuparsi, con i propri soci volontari, della manutenzione delle strutture ricevute in comodato da RFI S.p.A.

Nel contempo ha provveduto a rimuovere il degrado sia all’interno, area ferroviaria, che all’esterno, Piazzale FS di Via Giovanni della Rocca. Continua a leggere