Giovanni, Tommaso e Marvin, tre vecchietti terribili, ognuno in solitaria, ripuliscono e fanno manutenzione alla Stazione!

Domenica 25 gennaio 2015, Marvin (il presidente di Stella Cometa) ripulisce il piazzale asfaltato all’interno dello Scalo Merci rimuovendo i rovi e le erbacce tagliate da Giovanni in precedenza, mentre Tommaso oltre a dissotterrare le radici più tenaci sta eseguendo la manutenzione della pietra lavica del vecchio Magazzino Merci.

Ognuno di essi lavora in solitaria, non perchè non vuole aiuto, ma perchè nessun cittadino del quartiere vuole dare il proprio contributo.

Il cancello è sempre aperto, ma le braccia dei boschesi non ne vogliono sapere di dare una mano.

25012015(001) 25012015(002) 25012015(003) 25012015(004) 25012015(005) 25012015(006) 25012015(007) 25012015(008) 25012015(009) 25012015(010) 25012015(011) 25012015(012)

Dal letame nascono i fiori, anzi le piante, nella vecchia Stazione FS di Boscoreale (NA)

Dopo tanta pioggia sono ripresi i lavori di pulizia e bonifica nello Scalo Merci della ex Stazione di Boscoreale.

La foto sotto ci fa vedere in che stato veniva lasciato il piazzale FS di Via Giovanni della Rocca, in comodato al Comune di Boscoreale dal 1963.

Nello stesso momento dal 2002 al 2007 il Comune versava 1.240,00 euro mensili per il fitto di tutti i locali della stazione: il Fabbricato Viaggiatori, il Posto di Guardia IS e lo Scalo Merci insieme al vecchio Magazzino. I Volontari pazzi di Stella Cometa hanno rimediato a tutte le devastazioni procurate dall’incuria, dalla mancata sorveglianza e dal mancato utilizzo da parte dell’Amministrazione Comunale.

In un paese normale i cittadini e gli organi preposti dovrebbero chiedere conto ai governanti, unici responsabili di questo disastro e di questo spreco di soldi pubblici e invece…..!

DSCN4441

14032009

24012015(041) 24012015(042) 24012015(043) 24012015(044) 24012015(045) 24012015(046) 24012015(047) 24012015(048) 24012015(049) 24012015(050) 24012015(051)

Dal sito di FS Italiane

Tutto ciò sembra mettere in luce una vocazione alla sperimentalità e all’innovazione di “rottura”, probabilmente sull’onda di processi di rigenerazione che oltre ai caratteri strutturali, modificano anche la funzione d’uso delle stazioni impresenziate. E’ chiaro quindi che per le organizzazioni nonprofit che decidono di cimentarsi in queste iniziative si tratta di un’importante “palestra” di innovazione sociale.

 

http://www.fsitaliane.it/cms-file/allegati/fsitaliane/Impegno/Ricerca_stazioni_impresenziate_Redattore_Sociale.pdf

Sono ancora vivo e sono ancora qui alla STAZIONE FS di Boscoreale (NA) dopo sei anni.

 

 

“Sono vivo e sono qui”, dice una canzone di Baglioni, anch’io sono ancora vivo e sono ancora qui alla STAZIONE dopo sei anni: ancora a lottare contro il degrado, contro gli incivili possessori di cani innocenti che senza colpa spargono tanta merda, e i padroni non la raccolgono, contro l’indifferenza del quartiere che non ha mai collaborato in passato nè collabora oggi a mantenere puliti i luoghi, anzi, contro l’apatia dei finti amici di facebook, contro la strafottenza dei politicanti (i POLITICI si sono estinti da almeno mezzo secolo), contro l’inerzia degli addetti allo spazzamento e alla raccolta di quei rifiuti che gli incivili cittadini di Boscoreale ancora si ostinano ad abbandonare nel piazzale FS di Via Giovanni della Rocca, contro l’inefficacia dei controlli delle Forze dell’Ordine che non multano mai nessuno, sia per le feci dei cani che per l’abbandono dei rifiuti, contro la mancata installazione di una video-sorveglianza, la stessa che fu prontamente installata quando sfrattarono i giovani dall’ASILO.
Allora il Comune spese 8.000 euro per le quattro telecamere, mentre per LA STAZIONE le Istituzioni risposero che non c’erano soldi per sorvegliare il Piazzale FS, condannandolo ad essere “terra di nessuno”. Il Comune non ha ancora celebrato la giornata della legalità, se volesse celebrare la giornata dell’illegalità non avrebbe che che l’imbarazzo della scelta: ogni giorno è buono per celebrare l’inciviltà e l’illegalità a Boscoreale (NA).

Vincenzo Martire presidente dell’APS Stella Cometa.

Stella Cometa a Boscoreale (NA), una storia scomoda e incredibile!

Una Stella Cometa alle falde del Vesuvio.

“La Stazione”. Un viaggio che parte da lontano.

Dopo otto anni di distanza dal lontano 15 febbraio 2006, data di nascita dell’associazione Stella Cometa, è venuto il momento di lasciare una testimonianza scritta di una piccola realtà associativa di Boscoreale in provincia di Napoli, che, strada facendo, ha aggiunto al suo nome “La Stazione”. Un piccolo seme di speranza per la nostra comunità, germogliato negli anni, da radici lontanePrima Continua a leggere